Come fiumi, navigli e tubature possono arricchire o danneggiare la città

Paragonare Milano alle grandi città europee sviluppate intorno a vie navigabili e corsi d’acqua non è possibile. I canali di Amsterdam, i fiumi delle città nordiche dalla Germania e la famosa rete di canali navigabili che collegano Londra fino a Manchester sono realtà molto distanti da quella lombarda. Almeno a partire dall’inizio del ventesimo secolo fino ad oggi. La città della Madonnina ha infatti abbandonato, o meglio sotterrato, la rete di navigli che collegavano Milano al fiume Po e alle rotte adriatiche. La chiusura dei navigli e il conseguente piano urbanistico hanno…

Per continuare a leggere clicca qui. E non dimenticare di iscriverti alla newsletter, è gratis!

Pubblicato da Duemila Parole

Una newsletter settimanale su Milano.