Un settore in crisi e le realtà che resistono

Un’emergenza, un’emorragia, una crisi nera. È in questi termini che ultimamente si parla della chiusura di sempre più librerie, spesso indipendenti, nel nostro Paese. Il primo mese del 2020 ha riacceso i riflettori sul fenomeno: a Torino hanno chiuso Paravia, la seconda più antica libreria d’Italia (era nata nel 1802), e la Comunardi, a Milano la libreria all’interno dell’ospedale Niguarda, a Roma la Feltrinelli International e la Libreria del viaggiatore, e in totale sono 2300 le librerie chiuse negli ultimi cinque anni in Italia, secondo quanto dichiarato dal Presidente dell’Associazione Librai Italiani, Paolo Ambrosini. Milano sta meglio di tanti…

Per continuare a leggere clicca qui. E non dimenticare di iscriverti alla newsletter, è gratis!

Pubblicato da Duemila Parole

Una newsletter settimanale su Milano.